La chiusura della piscina è stata concordata con l’Amministrazione sulla base di motivazioni concrete, oppure il gestore ha deciso per conto suo e per questo il Comune sarebbe titolato ad applicare una penale di 450 € per ogni giorno di mancata apertura? Questo è il quesito che il Consigliere comunale di Prodigio Donato Colacicco ha posto al Sindaco Mastrangelo, trasmettendo un’interpellanza e ricostruendo la vicenda che già aveva avuto il merito di aver portato in discussione allo scorso Consiglio Comunale. Se infatti il vice Sindaco con delega allo Sport Gallo aveva riconosciuto di

Ha il sapore di una esecuzione senza un processo. Condannato a morte con l’avvallo della Amministrazione un pioppo cresciuto rigoglioso a Gioia del Colle a ridosso di Via Federico II. Nessuna perizia tecnica indica una condizione di pericolosità per gli abitanti della zona o per la circolazione stradale, nessun indizio misurabile di cattivo stato di salute dell’albero. Non si capisce “cui prodest”. La deliberazione n.100 del 22.05.2020 non specifica la necessità e l’urgenza di tale provvedimento, che peserà oltretutto per diverse migliaia di euro sulle casse

Con l’ingresso nella fase 2 di questa pandemia si moltiplicano gli appelli che invocano un cambiamento capitalizzato sulle evidenze ed esperienze di fronte alle quali il Coronavirus ci ha posti. Il lockdown è stato per tutti un momento di arresto che ha favorito uno sconvolgimento dei ritmi a cui eravamo abituati, una rimodulazione delle nostre vite a 360°, cosa che non è dispiaciuta alla natura che abbiamo visto riconquistare a pieno diritto i suoi spazi, persino in città che fino a pochi mesi fa erano

Vivere l’emergenza COVID19 lontano dai propri affetti e dalla propria terra è sicuramente un’ulteriore sofferente complicazione. Tuttavia, l’esser nel cuore dell’Europa, a diretto contatto con differenti culture di decine di altri paesi del mondo, anch’essi alle prese con tale emergenza, offre un punto di vista unico sulla gestione politica di tale emergenza. Non v’è dubbio che la dialettica politica italiana si distingue nettamente per litigiosità, mistificazione della realtà e campanilismo partigiano che nulla avrebbe a che fare con la richiesta di un’unità d’intendi necessaria a fronteggiare una simile sfida. Se a questo